Il come e il perchè del Fan Club
Il bar, parte integrante della vita di Spidi
Grazie a Spidi giovani emergenti iniziano a correre
Tutte le informazioni per frequentare le piste con la propria moto
Grazie alle moderne tecnologie: lo SpermatoSpidi
Lascia il segno del tuo pasaggio
Scopri gli interessi di Spidi
Virtual lap CLICK HERE
 

Autodromo Enzo e Dino Ferrari

Lunghezza 4.930 m

Info prove libere
  Rossocorsa 0335-6343240
  RPM..... .0182-586212
  Promoracing 055-480553
   
 
Info Autodromo
 
0542-34116
   
 

I tempi sul giro

www.autodromoimola.com

Il Circuito Enzo e Dino Ferrari di Imola e' di certo insieme a Monza quello piu' famoso che abbiamo in Italia. Si raggiunge dall'autostrada A14 direzione Rimini per chi viene da Bologna, uscita Imola. Dal casello si gira a sx verso il centro e si seguono le indicazioni verso "Paddock-Rivazza". Non e' facile girare in questa pista. Le occasioni in cui e' aperta alle prove libere sono scarse e sempre, eccetto Motolandia (manifestazione organizzata dalla rivista Motosprint), infrasettimanali.
Ricordarsi che all'interno del circuito non c'e' il benzinaio, quindi se si rimane a secco sono cazzi, si deve per forza andare in paese a fare rifornimento, a meno che non si abbia la propria scorta.
Il tracciato e' estremamente tecnico, molto difficile da interpretare e con curve e staccate da vero "pelo". Sicuramente snaturato dopo gli incidenti mortali della F1 e' comunque la pista piu' difficile sulla quale ho messo le ruote. Dagli incidenti la pista e' stata decisamente modificata nello sviluppo e negli spazi di fuga ed e' per questo che si e' tornati a girarci in moto. Rimangono comunque un paio di posti critici dove durante le gare vengono posizionati gli air fences perche' si reputano gli spazi di fuga insufficienti. Purtroppo le societa' che organizzano le prove libere non si possono permettere le costose barriere a cuscino d'aria e quindi si rimedia posizionando alcune (tre) varianti artificiali atte a ridurre la velocita' nei punti critici. Queste varianti, pur se da tutti odiate perche' spezzano il ritmo , sono il prezzo da pagare per poter girare a Imola con la propria moto.

Pur con tutte queste limitazioni la pista rimane da provare con le sue staccate e i suoi saliscendi micidiali! Una caratteristica del circuito sono le varianti e i saliscendi. questi ultimi ci sono sempre stati. Le varianti sono state messe per rallentare quello che una volta era una pista velocissima con un semirettilineo che iniziava dalla variante bassa e arrivava fino alla staccata della Tosa dove tutti raggiungevano per bene la velocita' massima, F1 comprese! Adesso in questo tratto ci sono ben due varianti!

I piloti della domenica

Spidi Honda Nsr250 2'37''
Spidi Honda NS125R 3'50''
Mattia Ogekuri NSR125 3'15''
Maxxer Honda VTR1000F 2'35''
Loris Honda VFR750  
   
   
   
   

 

I Record

125 GP Manako 1998 1'58''880
250 GP Harada 1998 1'52''53
500 GP Bayle 1'49''345

 

I Tempi dei Giornalisti

Motosprint
Eurosfida 2 Ducati 916SPS 2'05''6
Eurosfida 2 Yamaha R1 2'06''9
Eurosfida 2 Kawasaki ZX9r 2'08''
Eurosfida 2 Ducati 748SPS 2'09''1
Eurosfida 2 Honda CBR900rr 2'09''8
Eurosfida 2 Suzuki GSX750r 2'09''3
Eurosfida 2 Suzuki GSX600r 2'11''2
Eurosfida 2 Kawasaki ZX6r 2'11''
10/97 Ducati 916 biposto 2'11''55
10/97 Honda VTR1000 2'12''55
10/97 Suzuki TL1000s 2'11''75
48/98 CBR600F '99 2'11''57
48/98 Yamaha R6 2'10''22
49/98 Ducati ST4 2'14''73
49/98 BMW R1100s 2'17''85

 

 

Spidi Fan Club "Associazione Culturale per lo studio dello Spidi Pensiero"

1998,2000 Spidiland